La tecnologia nella Comunicazione Alternativa e Aumentativa: l’approccio di FME Education

FME Education

Specializzato in formazione e in contenuti didattici innovativi, l’Editore FME Education utilizza approcci che sono applicabili in diversi ambiti e che favoriscono l’inclusione delle persone affette da disabilità intellettive, disturbi del linguaggio e altre condizioni che influenzano la comunicazione.

La Comunicazione Aumentativa e Alternativa, abbreviata in CAA, è uno strumento che supporta le persone con difficoltà di comunicazione, fornendo loro percorsi e mezzi alternativi. Si chiama “aumentativa” perché propone modalità di comunicazione che incrementano le possibilità a disposizione e si definisce “alternativa” dal momento in cui ricorre a strategie diverse rispetto a quelle di cui di solito ci si serve nel linguaggio parlato.

I primi esempi di CAA risalgono agli anni ’50, quando negli Stati Uniti iniziarono a diffondersi pratiche collegabili alla Comunicazione Aumentativa e Alternativa tra le famiglie con persone affette da disabilità. Il primo programma ufficiale dedicato alla CAA venne invece condotto all’interno dell’Ospedale di Iowa City tra il 1964 e il 1974. La ricerca si rivolgeva ai bambini affetti da paralisi cerebrale infantile.

Nel corso del tempo si è riuscito ad affinare progressivamente le tecniche e a migliorare gli strumenti, rendendo ancora più facile l’interazione delle persone che soffrivano di tale problematica. L’avanzamento della tecnologia ha poi permesso di fare enormi passi avanti, con risultati via via più sorprendenti. Oggi, le persone con difficoltà di comunicazione possono contare sul supporto di un esteso set di tecniche e strategie integrate basate su simboli, immagini e parole e la cui efficacia è potenziata dall’ausilio degli strumenti tecnologici.

Proprio gli strumenti tecnologici sono andati ad assumere un ruolo sempre più centrale nello sviluppo della Comunicazione Aumentativa e Alternativa. Le immagini, i testi, i simboli e le voci sintetiche sono solo alcuni esempi di strumenti digitali che hanno permesso di accrescere ulteriormente l’interazione, semplificando l’espressione e la comprensione da parte di coloro che hanno difficoltà.

In questo ambito, FME Education è in grado di mettere a disposizione un’esperienza consolidata e il supporto di un team di esperti composto da docenti, formatori e pedagoghi, a cui si aggiunge un team editoriale costituito da autori, redattori e docenti e un team tecnico di sviluppatori, grafici e sistemisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − uno =