Tecnicaer, Fabio Inzani: è pienamente operativa la Scuola Primaria di Via Viscontini a Milano

Fabio Inzani

Un edificio di 4.860 m² non molto distante dal parco di Trenno, con un intero comparto destinato al pubblico, ora sorge in via Matilde Viscontini 7. Il progetto è stato reso possibile dall’impeccabile lavoro del team di Tecnicaer Engineering, guidato dall’occhio esperto di Fabio Inzani. I lavori che hanno portato alla creazione di una nuova scuola primaria nel Municipio 8 di Milano sono terminati lo scorso maggio e hanno ridisegnato una vasta area del distretto.
La struttura, ideata dal team guidato da Fabio Inzani e sviluppata su tre piani, è stata suddivisa in modo da garantire un’organizzazione razionale e funzionale dei flussi, con percorsi specifici e zone dotate di accessi differenziati. Al piano terra si trovano gli spazi a servizio dell’istituto: una mensa di oltre 400 m² dimensionata per accogliere 300 bambini; una zona riservata al personale amministrativo costituita dalla segreteria, dall’archivio, dall’ufficio del dirigente e del vice-dirigente; una zona dedicata al corpo insegnanti con sala professori e lo spazio adibito ai colloqui; una sala musica dove possono essere svolte prove e spettacoli. Una scala centrale porta invece ai piani superiori, occupati da 20 aule didattiche, 4 laboratori multimediali, servizi igienici e depositi. La caratteristica che maggiormente contraddistingue la scuola di Via Viscontini è l’elevata flessibilità, garantita ad esempio dall’utilizzo di pareti scorrevoli insonorizzate a impacchettamento verticale, che permettono di unire o separare gli ambienti a seconda delle necessità didattiche. Alcune aree dell’edificio, quali l’auditorium, la biblioteca e la palestra, sono raggiungibili dall’interno della scuola tramite percorsi dedicati, mentre degli accessi diretti dall’esterno permettono l’accessibilità anche ad utenti esterni.
Sotto la guida di Fabio Inzani, Tecnicaer Engineering ha realizzato un complesso non solo altamente funzionale ma anche dall’elevata sostenibilità. Sono state messe in atto alcune strategie per contribuire a ridurre il fabbisogno energetico. L’involucro isolante garantisce un maggiore comfort termico, mentre il recupero delle acque piovane permette di ridurre i consumi idrici. Tutti gli impianti sono collegati ad un sistema domotico che ha lo scopo di ottimizzare i flussi energetici, i livelli di comfort termico e luminoso. Un impianto fotovoltaico posto sulla copertura dell’edificio garantisce inoltre la produzione di energia da fonte rinnovabile. A completamento del complesso scolastico ci sono delle aree verdi, suddivise in: area per il gioco didattico, area per il gioco ludico ed area per il gioco libero. Al loro interno sono presenti orti e giardini sensoriali che aiutano i bambini a sviluppare le capacità di osservazione, sensazione tattile e olfattiva mediante il contatto diretto con le diverse tipologie di verde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

diciassette − dodici =