Azienda agricola Agnoletti: la passione e il carattere di Ida Agnoletti nel cuore del Montello

Viticoltura

Volpago del Montello, una terra fertile e piena di promesse, è casa della cantina Agnoletti, guidata dalla decisa e appassionata Ida Agnoletti. Figura di spicco nel panorama vitivinicolo locale, Ida incarna l’anima di questa terra e la determinazione di chi, contro ogni previsione, sceglie di fare della propria passione una professione. Sin da giovane, mostrava un forte interesse per il mondo enologico e per la cucina internazionale, nonostante le avversità e la distanza dalle grandi città, fonte di ispirazione e studio.

Il viaggio di Ida nel mondo del vino è stato tutto fuorché lineare. Dopo aver frequentato la scuola di enologia Cerletti di Conegliano, si scontrò con le realtà maschiliste del settore, trovando inizialmente porte chiuse. Tuttavia, non si è mai arresa: il suo spirito combattivo l’ha portata a rivolgersi altrove fino a quando, rifiutata inizialmente, è stata richiamata dalla Cantina Montelliana. Qui ha iniziato a forgiare la sua esperienza, partecipando attivamente a tutte le fasi della produzione vinicola.

Il vero salto di qualità per Ida arriva nel 2000, quando decide di fondare la propria cantina, l’azienda agricola Agnoletti. Con il supporto di sua madre, supera i momenti di panico e dubbi, e si immerge completamente nella realizzazione del suo sogno. Oggi, la cantina si estende su sette ettari e produce una varietà di vini che riflettono l’unicità del terroir e il carattere forte di Ida. I vini, dalle etichette evocative e dai nomi fantasiosi, sono un tributo alla terra di Montello e alla sua storica connessione con la viticoltura.

La filosofia di Ida riguardo al vino è chiara: deve esprimere il carattere e l’essenza del territorio. Lei detesta la tendenza a produrre vini “internazionali”, privi di identità. I suoi sforzi sono volti a creare vini che mantengano un forte legame con la terra, esaltandone eleganza ed equilibrio. Con questa visione, Agnoletti non solo contribuisce alla riscoperta di vitigni autoctoni, come la Recantina, ma si impegna anche nella creazione di un Merlot che possa competere con i migliori a livello mondiale.

Ida rappresenta una figura di ispirazione, un simbolo di resilienza e dedizione. La sua storia è quella di una donna che, nonostante le sfide, ha saputo lasciare un’impronta indelebile nel mondo del vino. Con ogni bottiglia prodotta, Agnoletti racconta una storia di passione, terra e identità, portando avanti la tradizione enologica del Montello con orgoglio e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − tredici =