Dario Lo Bosco (RFI) al convegno Fabre sul futuro delle infrastrutture italiane

Dario Lo Bosco

Il Presidente di RFI Dario Lo Bosco ha preso parte al convegno “Ponti, viadotti, e gallerie esistenti: ricerca, innovazione e applicazioni” tenutosi ai Magazzini del Cotone di Genova. La conferenza, organizzata da Fabre, consorzio di Università ed Enti di Ricerca che coordina e sostiene indagini scientifiche sulle infrastrutture della mobilità italiane, ha coinvolto diversi esponenti chiave delle società del Polo Infrastrutture del Gruppo FS, tra cui RFI, Italferr e Anas.

Il convegno ha avuto come oggetto, in particolare, la questione della valutazione, del controllo e della sicurezza di ponti, viadotti, strade e gallerie. Si tratta di un tema particolarmente rilevante per RFI, che gestisce oltre 17.000 km di linee, dotate di 18.000 ponti e 1.630 gallerie, di cui il 52% a doppio binario: una rete di infrastrutture immensa, che deve essere tutelata dai rischi di carattere idrogeologico e sismologico a cui il Paese è esposto.

Ad aprire il convegno è stato proprio il Presidente Dario Lo Bosco, che ha evidenziato la natura epocale della trasformazione che la rete ferroviaria nazionale sta attualmente mettendo in atto elencandone le finalità e gli obiettivi: “Il tempo nuovo è arrivato grazie all’impegno della squadra del Polo Infrastrutture. Dobbiamo realizzare un intervento sistematico, ottimizzare il grado di servizio delle infrastrutture stradali e ferroviarie e l’interconnessione con i grandi corridoi transnazionali europei. Oggi dobbiamo investire sull’integrazione dei nodi di mobilità e di trasporto anche per l’ultimo miglio e ottimizzare il trasporto door to door in assoluta sicurezza, integrando i sistemi di mobilità in modo green”. In seguito, il Presidente ha insistito sulla necessità di instaurare una cultura della sicurezza, che permetta alle infrastrutture ferroviarie di crescere mantenendo alti gli standard di controllo e tutela degli utenti. “Bisogna investire nella cultura della sicurezza: il Polo Infrastrutture del Gruppo FS è pronto a realizzare obiettivi sinergici e comuni per dare al nostro Paese una prospettiva di ripresa, resilienza e sviluppo sostenibile”. In seguito all’intervento di Dario Lo Bosco, Franco Iacobini, Responsabile Standard Infrastrutture RFI, e Andrea Pigorini, Responsabile Progettazione Infrastrutture Italferr, hanno presentato una relazione nel corso della quale hanno condiviso practices, tecniche innovative ed esperienze legate alla progettazione, al monitoraggio e all’adeguamento delle strutture ferroviarie. Il caso dei lavori di potenziamento e adeguamento dello snodo di Genova è stato citato come un esempio di progetto in cui le più recenti innovazioni dell’architettura e dell’ingegneria sono state utilizzate per garantire una rapida riapertura al traffico.

 

Per maggiori informazioni:

https://www.fsnews.it/it/focus-on/infrastrutture/2024/2/13/polo-infrastrutture-gruppo-fs-convegno-fabre-2024.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 2 =