Oniverse, Sandro Veronesi: il nuovo capitolo del Gruppo Calzedonia

Sandro Veronesi, fondatore e presidente del gruppo Oniverse (ex Calzedonia)

Il Gruppo Calzedonia ha recentemente annunciato un cambiamento significativo, non solo nel nome ma anche nella sua identità complessiva. D’ora in poi, sarà conosciuto come Oniverse, un nome che non solo è un anagramma del cognome del fondatore Sandro Veronesi ma che evoca anche un universo ricco di diversità ed elementi distintivi. Questo cambiamento riflette l’ampiamento delle categorie di marchi di proprietà del Gruppo, che vanno ben oltre la moda.

Il 2022 è stato un anno di successo: il Gruppo ha registrato un aumento significativo dei ricavi, confermandosi al primo posto nella categoria Fashion nelle Quotabili di Pambianco. Un risultato che sottolinea la forza e la crescita costante nel mercato. I ricavi del 2022 si sono attestati a 3,047 miliardi di euro, segnando un aumento del 21,6% a cambi correnti rispetto all’anno precedente.

Tuttavia, la trasformazione del Gruppo Calzedonia in Oniverse non si limita solo al settore commerciale. Il Gruppo ha recentemente avviato un ambizioso progetto di riqualificazione dell’area dell’ex-Seminario di San Massimo nella città scaligera. In collaborazione con la Diocesi di Verona e la Fondazione San Zeno, Oniverse ha lanciato un concorso di idee che coinvolge individui, imprese, enti pubblici e privati, università, istituti di formazione e ricerca, nonché associazioni. L’obiettivo è ripensare un’area di ben 17 ettari, dando una nuova vita a edifici storici e spazi, come il teatro-auditorium da 700 posti.

La Fondazione San Zeno, fondata nel 1999 da Sandro Veronesi, supporta attivamente il concorso e offre un premio totale di 50mila euro ai primi tre progetti vincitori. La fondazione, impegnata nel campo dell’educazione e del lavoro, ha sostenuto nel 2022 ben 60 progetti con un finanziamento complessivo di 5,4 milioni di euro, evidenziando l’impegno sociale del gruppo oltre al suo successo commerciale.

Il Gruppo ha saputo crescere costantemente – ha dichiarato Sandro VeronesiOggi siamo una realtà con una grande storia, un universo in continua evoluzione, con diversi marchi tutti caratterizzati da una propria identità. Per questo la scelta di un nome che fosse indipendente e autonomo, ma che potesse rappresentarne l’essenza di tutti. Vogliamo infatti che ogni marchio abbia la sua autonomia, pur restando parte di un Gruppo. Oniverse indica proprio appartenenza, ma anche libertà. Un insieme eterogeneo, composto da realtà differenti tra loro, ma parte dello stesso progetto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 1 =