Stefano De Capitani: Green Mobility, Municipia S.p.A. risponde alla sfida della sostenibilità delle città

Stefano De Capitani

Sottolineando il valore della Green Mobility, il presidente di Municipia S.p.A. Stefano De Capitani ha evidenziato sui suoi canali social come rappresenti “uno dei cardini delle città intelligenti che guardano al futuro”. Rimodellare i centri urbani in funzione della sostenibilità, come Municipia S.p.A. ha modo di sperimentare quotidianamente nei progetti di Digital Transformation che porta avanti al fianco di Comuni di ogni dimensione, pone al centro “la necessità di progettare risposte efficaci per limitare i potenziali rischi ambientali, economici e sociali”.

L’urgenza è nei numeri: “L’Italia è uno dei Paesi al mondo con il più alto numero di auto per abitante (670 vetture ogni mille abitanti). Non solo, il mezzo privato risulta ancora quello privilegiato per gli spostamenti, frutto di un’abitudine culturale radicata difficile da scardinare”, osserva Stefano De Capitani. In questo quadro, i Comuni sono chiamati a gestire la questione individuando “soluzioni innovative che facilitino accessi e spostamenti dei cittadini, all’insegna di un sistema di trasporto pubblico sempre più integrato (sharing mobility, MaaS, mobilità su richiesta, ecc.) e di conseguenza sostenibile”.

Parlare di smart cities inoltre significa porsi diversi obiettivi: non solo contribuire a ridurre il traffico urbano per abbassare i livelli di inquinamento e migliorare la sicurezza stradale ma anche garantire alle persone con disabilità uguale accesso ai servizi e facilitare i processi di digitalizzazione (ricerca del parcheggio facilitata dai sensori, pagamenti più semplici tramite pc e smartphone). Per Stefano De Capitani fondamentale è che la sfida sia condivisa da pubblico e privato al fine di “migliorare davvero la vita delle persone e compiere quel salto di qualità atteso da troppo tempo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette + dodici =