Italgas punta su digitale e green, Paolo Gallo: innovazione principale driver di crescita

Paolo Gallo

Portare a termine la trasformazione digitale del network, consolidare il business dell’efficienza energetica e sviluppare la rete greca Depa, che verrà acquisita nei prossimi mesi. Sono le tre direttive principali del nuovo Piano industriale 2022 – 2028 di Italgas. Il Gruppo guidato da Paolo Gallo mette sul piatto 8,6 miliardi, con un aumento di +700 milioni rispetto alla versione precedente. Risorse che consentiranno alla società di continuare a giocare un ruolo di primo piano nel raggiungimento dei target climatici europei e raccogliere i frutti di un processo avviato in largo anticipo: “I nostri piani hanno sempre puntato alla digitalizzazione – ha ricordato l’AD Paolo Gallo in occasione della presentazione del Piano tenutasi lo scorso 16 giugno – Adesso tutti ne parlano ma noi abbiamo iniziato dal 2018 a fare questa trasformazione e oggi ci ritroviamo più avanti dei nostri competitor e più avanti anche di tutti gli altri operatori in Europa. Siamo gli unici a pensare che nel giro di un anno, un anno e mezzo avremo una rete interamente digitale”. Un’infrastruttura in grado di raccogliere e utilizzare enormi quantità di dati, e per questo pronta ad accogliere e distribuire anche i gas rinnovabili (biometano e idrogeno verde in primis) così come indicato nel REPowerEU: “Il Gruppo si conferma tra le principali realtà industriali in grado di mettere le proprie capacità di progettazione, spesa e creazione di valore al servizio degli obiettivi di sviluppo sostenibile del Paese e dell’Unione Europea”. Più della metà degli investimenti (4,5 miliardi) verrà quindi destinata allo sviluppo, all’upgrade e al repurposing del network italiano. La “rete del futuro” verrà gestita grazie alla tecnologia proprietaria “Dana”, software sviluppato dalla Digital Factory di Italgas che consente il comando e il controllo da remoto: “L’innovazione si conferma il nostro principale driver di crescita, la Digital Factory il fulcro della cultural change: un luogo di ‘contaminazione’ attorno al quale abbiamo sviluppato un approccio all’open innovation che ci permette di incontrare le startup e le PMI più all’avanguardia nel mondo”. Rinnovato l’impegno di Italgas anche sul fronte dell’efficienza energetica, con il nuovo Piano che fa perno sui principi ESG: “Con 340 milioni di euro, quasi il doppio rispetto al precedente piano, intendiamo dar vita a uno dei principali player a livello nazionale, con focus su innovazione e digitalizzazione, contribuendo al consolidamento di un settore ancora molto frammentato”. Nel dettaglio, le risorse verranno utilizzate dalle ESCo (Energy Service Company) del Gruppo per operazioni mirate di M&A: “Puntiamo molto sull’efficienza energetica, questa la novità di questo Piano: non solo i gas rinnovabili, i gas verdi, l’idrogeno ma anche l’efficienza energetica come metodo per andare a ridurre il consumo di energia e quindi la dipendenza dai combustibili fossili”. Anche l’operazione che prevede l’acquisizione e lo sviluppo della rete ellenica è un grosso passo avanti per il Gruppo, commenta Paolo Gallo: “Dopo vent’anni torniamo ad avere degli obiettivi oltre i confini nazionali: questo Piano destina alla Grecia 1,8 miliardi di euro. Ci aspettiamo di completare l’acquisizione di DEPA Infrastructure nel corso dei prossimi mesi e di poter così verificare la corrispondenza dei programmi di investimento delle tre società operative con la nostra visione e i target di decarbonizzazione fissati nel quadro del REPowerEU”.

Per maggiori informazioni:
https://stream24.ilsole24ore.com/video/economia/italgas-investe-86-mld-piano-focus-digitale-ed-efficienza/AEhToMgB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

17 − uno =