Alessandro Benetton: tre sportivi, tre grandi insegnamenti di vita

Alessandro Benetton

Kelly Slater, Michael Schumacher, Muhammad Ali: tre grandi sportivi che Alessandro Benetton ha avuto l’occasione di conoscere e di cui conserva i cimeli. Tre grandi insegnamenti di vita che ora, attraverso la sua video rubrica #UnCaffèConAlessandro, ha deciso di trasmettere a chi lo segue, in modo da aiutare gli altri a crescere come persone e come imprenditori.
“Le persone da cui ci lasciamo ispirare sono quelle che determineranno che imprenditori saremo”, ha dichiarato il fondatore di 21 Invest.
Si parte quindi dal mondo del surf, che gli è particolarmente caro da sempre, e per il quale condivide una grande passione col figlio Tobias. Kelly Slater in quest’ambito può essere considerato il più vecchio campione mondiale di surf così come il più giovane, contemporaneamente. “Di lui mi ha sempre colpito la capacità di affrontare nuove sfide e mettersi in gioco”: Slater, a 50 anni, è stato in grado di conquistare il primo posto alla Billabong Pro Pipeline nelle Hawaii, segno del suo eterno talento sportivo, ma il surfista si è distinto anche dal punto di vista imprenditoriale. Ha infatti dato vita al suo brand di abbigliamento ecosostenibile nel 2014, utilizzando materiali recuperati dagli oceani.
Alle spalle di Alessandro Benetton risalta anche il casco di Michael Schumacher, conosciuto quando il grande campione aveva solo 22 anni ed era un nuovo arrivato sulle piste di Formula 1, prossimo ad entrare in Benetton Formula. “Schumacher era il leader che tutti avrebbero voluto”, racconta l’imprenditore: anche dopo una grande vittoria, infatti, andava dal suo team per capire come migliorare la volta successiva, in modo da fare sempre di più.
Infine, è il turno di Muhammad Ali, rappresentato da un guantone firmato durante un incontro fortunato a New York una trentina di anni fa: nel 1967 Ali si rifiutò di combattere in Vietnam, dovendo così rinunciare al suo sport per tre anni. “Sacrificò la sua grande passione e la sua professione pur di rimanere fedele ai suoi ideali”, racconta Alessandro Benetton. “Mi ha dimostrato che un grande leader è disposto a sacrificare tutto per quello in cui crede”.

Per visualizzare il video completo:
https://www.youtube.com/watch?v=EbHz739Do7I

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

9 − tre =