Novità in casa Apple: in arrivo il chip M1 per i nuovi Mac

Le novità in casa Apple sembrano non finire mai. L’azienda ha di recente lanciato i quattro nuovi modelli di iPhone e i nuovi modelli di iPad, ma la novità più grande è sicuramente il nuovo chip Apple M1 creato specificamente per i nuovi Mac: MacBook Air, MacBook Pro e Mac Mini. 

Così dopo ben 15 anni l’azienda di Tim Cook si allontana dalla statunitense Intel, chipmaker che ha dotato i computer fissi e portatili Apple con i propri processori. Apple però non dispone degli impianti necessari per la realizzazione dei nuovi chip, così dovrà fare affidamento sulla “Taiwan Semiconductor Manufacturing” per la produzione dei nuovo componenti. 

Vediamo le caratteristiche del chip Apple M1 che punta sulla potenza: come già annunciato, il processore sarà più veloce ed efficiente e questo sarà in grado di garantire ai dispositivi una batteria più duratura. Un’altra proprietà sarà l’uso dei transistor di 5 nanometri, rispetto ai 10 di Intel; è importante che i transistor siano piccoli perché se nello stesso chip possono essere inseriti più transistor allora il processore diventa automaticamente più efficiente. Infine Apple utilizza la struttura del chipmaker Arm con 64-bit, l’obiettivo è quello di poter collegare più efficacemente i computer con gli altri dispositivi Apple e di conseguenza creare app comuni a tutti i device. Per la prima volta i clienti Apple potranno usare le app per iPhone e iPad direttamente sui Mac. 

Durante la pandemia le vendite di Apple e soprattutto dei Mac hanno avuto un boom e l’azienda nel quarto trimestre ha venduto i dispositivi per 9 miliardi di dollari. Con la produzione “home made” dei nuovi chip, l’azienda sarà in grado di risparmiare circa 150/200 dollari a processore, questo porterà senza dubbio ad un netto aumento sul margine di guadagno. 

Rivoluzione, stupore e innovazione sono gli aggettivi che più appartengono al mondo Apple. Tra una novità e l’altra l’azienda continua ad alzare l’asticella dell’ambizione per non deludere le aspettative e per rimanere tra i principali produttori di dispositivi tech. 

RELATED ARTICLES

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici + 3 =