Un futuro positivo per la crescita delle energie rinnovabili

L’agenzia internazionale dell’energia (IEA) è stata fondata nel 1974 e si occupa di questioni quali gli investimenti e la sicurezza elettrica, l’efficienza energetica, l’inquinamento atmosferico e i cambiamenti climatici. 

Pochi giorni fa la IEA ha pubblicato il report sulle analisi e sulle previsioni delle rinnovabili fino al 2025. 

Il Covid-19 e la sua diffusione hanno colpito la crescita dell’energia rinnovabile, ma non l’hanno fermata, mentre l’economia, gli investimenti e i consumi di energia hanno subito un rallentamento. Il report sulle rinnovabili sottolinea che l’eolico, il solare e l’idroelettrico sono cresciuti a discapito delle bioenergie che hanno avuto un calo. Secondo i dati, alla fine del 2020 ci sarà un aumento del 7% per quanto riguarda l’energia generata da fonti rinnovabili, mentre la domanda globale di energia subirà un calo del 5%. La diminuzione dell’attività economica porterà anche ad un calo dei biocarburanti per i trasporti (si prevede che quest’anno la produzione diminuirà del 12%) e ad un calo della domanda della bioenergia per le industrie. In totale però, la domanda delle rinnovabili aumenterà dell’1%. 

Le politiche degli Stati di tutto il mondo giocano un ruolo fondamentale per il settore delle rinnovabili. Tra gennaio e ottobre 2020 l’Unione Europea, la Cina e l’India hanno messo all’asta il 15% in più della capacità dell’energia rinnovabile rispetto al 2019. Secondo il report, a ottobre 2020 il valore delle azioni delle società che si occupano di energia solare è più che duplicato rispetto a dicembre 2019. Le statistiche confermano che gli investitori hanno ancora un forte interesse verso le rinnovabili. Anche gli Stati Uniti, con il nuovo presidente potrebbero dare una svolta al futuro energetico; Biden, rispetto alle scelte di Trump, con la sua politica green ha espresso la volontà di puntare sul solare e sull’eolico.  
Quest’anno la Cina e gli Stati Uniti condurranno la capacità delle rinnovabili ad un aumento del 4%, raggiungendo quasi 200 GW. 

Nel report si analizzano anche i cambiamenti futuri nel settore delle rinnovabili. La IEA prevede che nel 2021 l’India diventerà il Paese che contribuirà in modo più netto all’espansione delle energie rinnovabili.   
Entro il 2024 il carbone e il gas saranno superati dalle rinnovabili che diventeranno la fonte di energia elettrica più grande a livello globale e saranno in grado di distribuire un terzo dell’energia totale. Per quanto riguarda le centrali eoliche in mare nel 2025 rappresenteranno un quinto di tutto il settore eolico. 

Potenze come la Cina, il Giappone e la Corea del Sud hanno da poco dichiarato l’intenzione di voler raggiungere le emissioni nette zero, la prima entro il 2060 mentre le altre due entro il 2050. Il loro obiettivo e quello di altri mercati importanti porteranno sicuramente ad una diffusione più rapida delle energie rinnovabili. 

RELATED ARTICLES

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici + 5 =